mercoledì 30 dicembre 2015

DOLCE DI NATALE AL PROFUMO DI MANDARINO E RIBES


Ritorna, a distanza di qualche anno, il mio dolce di Natale a forma di alberello tridimensionale. Il vecchio stampo, acquistato nei magici mercatini dell'Alto Adige, è stato indispensabile per una buona riuscita. In questa occasione ho utilizzato una ricetta al profumo di mandarino, che vale la pena provare e che vi trascrivo.

INGREDIENTI:  

150 g di zucchero;
170 g di fecola di patate;
scorza di 2 mandarini biologici;
succo di 2 mandarini biologici;
margarina o burro;
3 cestini di ribes rosso (non li ho trovati ed ho preso una confezione mista di frutti di bosco congelati);
zucchero a velo;
3 cucchiai di miele (ho messo quello di agrumi);
4 uova;
1/2 bustina di lievito vanigliato.

Io ho eseguito la ricetta con il Bimby, altrimenti si procede nella maniera tradizionale delle torte morbide. Quindi ho:

Tritato nel boccale la scorza dei mandarini per pochi secondi a velocità 7. E messo da parte.
Polverizzato lo zucchero a velo, 10 sec. vel. 8
Aggiunto e frullato le uova, 1 min. vel. 4
Unito la fecola e la scorza dei mandarini e impastato 30 sec. vel. 6
Unito il lievito e mescolato 20 sec. vel. 4

Ho colato l'impasto all'interno dello stampo unto di burro o margarina.
Per chi non avesse questo stampo tridimensionale, può utilizzarne uno a forma di alberello.


I bambini, affascinati e felici, hanno "leccato" tutto quello che è rimasto all'interno del boccale del Bimby.

In un piccola padella antiaderente ho preparato una salsa con succo di mandarino in cui ho sciolto del miele d'agrumi ed aggiunto dei frutti di bosco rossi a decorare.
Una volta raffreddato il dolce (io lo avevo preparato il giorno prima), lo ho inzuppato con la salsina ottenuta.
Prima di portarlo a tavola, sull'alberello è "scesa dal cielo" una nevicata di soffice zucchero a velo.

Semplicemente bello e buono.

VEDI ANCHE:

ROTOLI CARTA IGENICA TEMA MARE

Album da disegnare e colorare per bambini

Un album ludico pensato per i bambini per intrattenerli con intelligenza ed originalità. Cosa mi sono inventata questa volta? Più ...