giovedì 27 novembre 2014

I NOSTRI TRE GIORNI A VIENNA

Prima del mio NO STOP promozionale del libro di Natale REGALI SPECIALI,  abbiamo ritenuto opportuno di trascorrere qualche giorno a Vienna, per staccare la spina e ricaricarsi un pochettino.

La prima volta che siamo andati a Vienna, ero in dolce attesa del mio piccolo Santiago, la nostra è stata una "fuga d'amore" sola io e mio marito, la mia piccola Gemma è rimasta con mia suocera. Vienna era incantevole, ricoperta di neve e i mercatini di Natale spiccavano donando una magia in più al circondario. Proprio così, tutto da fiaba a parte il freddo tagliante...
Ebbene, questa volta la nostra fuga coinvolge tutta la famiglia ed, a sfuggire al rigoroso inverno, considerato che i bambini sono con noi, può solo farci che bene.
Il 15 Novembre, dà il via ai mercatini con accensione dell'albero nella zona di RATHAUS al municipio di Vienna... perfetto: SI PARTE il venerdì per far ritorno la domenica.

La sera prima Gemma accusa mal di testa ed ha una leggera febbre, a nanna di buon ora e domani starà meglio, il mio pensiero ottimista mi fece dormire con sonno profondo.
Di buon ora ci prepariamo a partire, Gemma non è migliorata, accusa mal di testa e mal di pancia... Ci sarà la Tachipirina a far miracoli ... viaggio molto movimentato.

Abbiamo fatto una tappa in un paesino che si chiama HARTEBERG IN STIRIA per pranzare, con molta soddisfazione ho goduto della passeggiata in centro città, molto suggestiva. Le case che sembrano uscire da un libro da fiabe, l'atmosfera così tranquilla e l'autunno con i suoi colori è un ottimo contorno al tutto.

Proseguiamo spediti verso Vienna. Il nostro alberghetto, siamo riusciti a trovarlo con facilità è il DREI KRONEN, che si trova accanto al mercato NASCHMARKT.
La struttura è molto accogliente e la posizione abbastanza strategica, siamo vicini al centro e attaccati al mercato, sicuramente non patiremo la fame.
La mia piccola Gemma ha risolto la sua mancata performance con un vomitino e da adesso le cose andranno decisamente meglio.

Dopo le nostre 6 ore di viaggio, un meritato riposino per poi una spassionata passeggiata in centro... una "birretta" con qualche stuzzichino al mercato NASCHMARKT.
Ebbene si, da questo momento non abbiamo più ne cenato e ne pranzato perché è stato un continuo MANGIAREEEE ... poveri noi! Ovviamente la serata si è conclusa con una fetta di SACHER che abbiamo consumato nella nostra stanza di albergo con i nostri bambini che dormivano, ne ho conservato un pezzo per loro.


Il nostro secondo giorno inizia con una ricca colazione composta da UOVA STRAPAZZATE E BACON, per poi andare ad esplorare il palazzo della principessa Sissi quindi rotta per il CASTELLO DI SCHONBRUNN.

Attraversiamo il mercato per andare  a prendere la metropolitana, prima volta per i miei bambini, un' avventura unica...


Scegliamo di scendere alla fermata dello Zoo per poter fare accesso al castello dal lungo viale alberato autunnale.
Con grande sorpresa siamo stati accolti da piccoli esseri di colore nero e marrone: gli scoiattoli. Santiago era esaltato, Gemma ancora avevi i postumi della giornata precedente ...


Siamo saliti al belvedere dove spicca l'edificio della GLORIETTE, da qui abbiamo avuto una panoramica del castello.
Gemma nel passeggino e Santiago continua a spassarsela...


Per la discesa abbiamo deciso di avventurarci all'interno del boschetto: STUPENDO! Mi sembrava di essere all'interno di un quadro d'autunno con gli scoiattoli che si avvicinavano a noi per giocare... UNA MERAVIGLIA!



Ritornando al castello ci siamo risparmiati di visitarlo per non stancare molto i bambini e fare le cose più mirati per loro, io e mio marito abbiamo avuto occasione di visitarlo tre anni fa, muniti cuffie audio guida.
Una cosa interessante per i bambini è il KINDER MUSEO  dove li vestono con abiti regali e fanno vivere la realtà principesca. I miei figli non erano interessati, è giusto non insistere.

Molto utili i gradini del castello che ci hanno ospitato per la nostra merenda. E' tonato utile anche il pane e confezioni di nutella che ho preso in "prestito" dall'hotel, considerato che non hanno fatto colazione come si deve, avevo previsto un colpo di scena.



Giusto a saziarli così da andare a visitare il museo interattivo di musica HAUS DER MUSIK:
...il luogo in cui le orecchie hanno occhi!
Ovviamente anche noi abbiamo soddisfatto il nostro palato con dei croissant ai marroni e alle noci...

Il museo è un buon intrattenimento di due ore circa, ma non ho trovato nell'insieme un posto che mi abbia pienamente soddisfatto, a parte il gioco multimediale che mi ha vista cimentarmi nel dirigere un orchestra.
Per i bambini una piccola area interessata e tanti spazi che non siamo riusciti a capire a cosa servissero, se lo consiglio? ... NI!
Santiago è rimasto rapito dal filmato dell'orchestra che suonava... il mio piccolo musicista!




Rieccoci nella strada di rientro per un sano riposino prima del grande evento: l'accensione dell'albero a RATHAUS con i mercatini di Natale.
Le bancarelle super fornite di specialità culinarie del mercatino vicino il nostro albergo, ha soddisfatto il nostro palato.

La strada verso RATHAUS è piacevole, intravediamo il campanile del municipio e finalmente le luci degli alberi addobbati a festa.


L'edificio dinnanzi al mercatino con le candele illuminate...




Ed eccoci arrivati giusti per l'accensione dell'albero...


... ne segue l'accensione dell'edificio del municipio.


Ebbene si... è proprio una bell'atmofera ... non manca il vin brulè e della cioccolata calda...


I dolci...


E le casette sono bene addobbate....


Vienna mi ha proprio conquistata!

Il nuovo amichetto è stato acquistato, si chiama STELLA la nostra gattina nera portafortuna.


FAMIGLIA FELICE SALUTA SODDISFATTA DEL PROPRIO WEEKEND ...


Il giorno seguente abbiamo esplorato gli altri palazzi reali, le vie del centro e il duomo. ...ARRIVEDERCI VIENNA ... 


Ed eccoci già dentro nell'atmosfera natalizia in quest'anno 2014!

N.B. Siete pregati di citarmi nel caso di prelevamento di immagini da questo post. Nel caso di immagini personali è vietata la diffusione. Grazie!

VEDI ANCHE:


Libro per Bambini: IL TOPOLINO MELINO VA CANTANDO

Ho in mano il libro per bambini: "Il Topolino Melino va Cantando" , di cui sono l'autrice. Mi sto chiedendo cosa direi di qu...