venerdì 21 dicembre 2012

LA STORIA DI BABBO NATALE


San Nicola
Babbo Natale non è sempre stato così come lo conosciamo adesso.
Il primo "donatore di regali" di cui si ha memoria fu San Nicola nel 300 d.c. a Myra (l'attuale Turchia). Nato da una ricca famiglia rimase orfano quando i genitori morirono di peste. Fu allevato da un monastero e all'età di 17 anni divenne uno dei più giovani preti dell'epoca. 
Molte storie vengono ancora raccontate sulla sua generosità, soprattutto perchè regalò a poco a poco tutta la sua ricchezza ai bambini poveri della sua città natale. Le leggende raccontano che era solito donare grandi sacchi di oro o addirittura gettarli dalla finestra nella strada sottostante dove venivano raccolti dai poveri del quartiere. Qualche anno più tardi divenne arcivescovo, ma un arcivescovo senza i paramenti ufficiali: solo una lunga barba bianca e e un cappello rosso in testa. Dopo la sua morte fu fatto Santo.In quei periodi la Chiesa Cattolica festeggiava la nascita di Cristo e San Nicola fu inserito in calendario. Quando ci fu lo scisma tra la Chiesa Cattolica e quella Protestante quest'ultimi non desiderarono più festeggiare San Nicola quale esempio di generosità e carità cristiana, troppo legato alla Chiesa Cattolica, così ogni nazione inventò il proprio "Babbo Natale". 
Per i francesi era "Pere Noel".
Father Christmas
In Inghilterra "Father Christmas" (sempre dipinto con ramoscelli di agrifoglio, edera e vischio).
In Germania era "Weihnachtsmann" (l'uomo del natale).
Il Grande Padre del Gelo
Quando i comunisti presero il potere in Russia e rifiutarono la Chiesa Cattolica vollero avere anch'essi il loro "Babbo Natale" e lo chiamarono "Il Grande Padre del Gelo", ma invece del consueto abito rosso lo vestirono di blu. 
Per gli Olandesi fu "Sinterklaas" che a causa di una cattiva pronuncia da parte degli americani divenne "Santa Claus".
Tutte queste figure natalizie si differenziavano fondamentalmente per il colore delle proprie vesti, chi blu, chi nero, chi rosso; ma le uniche cose che avevano in comune erano la lunga barba bianca e il loro regalare doni. 
Babbo Natale, così come lo conosciamo noi, risale all'anno 1823, quando Clement C. Moore scrisse "A Visit from St. Nicholas" (Una visita da San Nicola) dove lo descrive come un "vecchio elfo paffuto e grassottelo".
L'ultima e più importante incarnazione di Babbo Natale la si ha dal 1931 al 1966 quando Haddon Sundblom disegnò la famosa immagine di Babbo Natale per la pubblicità della Coca Cola. Questo è il Babbo Natale che anche noi conosciamo, con la sua lunga barba bianca, il suo inconfondibile abito rosso, degli stivali, la cinta di cuoio e un immancabile sacco carico di doni.


The first "giver of gifts" in living memory was St. Nicholas in 300 AD in Myra (now Turkey). Born into a wealthy family was orphaned when their parents died of the plague. He was raised by a monastery at the age of 17 years became one of the youngest priests of the time. 

Many stories are still told about his generosity, especially because it gave him little by  little all his wealth to the poor children of his hometown. Legend says that he used to donate large bags of gold or even throw them out the window into the street below where they were collected by the poor of the neighborhood. A few years later he became archbishop, an archbishop but without the official vestments, only a long white beard and and a red hat.  Following his death was made ​​Santo.In those times, the Catholic Church was celebrating the birth of Christ and St. Nicholas was was added to the calendar. When there was a schism between the Catholic and Protestant latter no longer wished to celebrate St. Nicholas as an example of generosity and Christian charity, too tied to the Catholic Church, so every nation invented their own "Santa Claus." 
For the French it was "Pere Noel".
In England, "Father Christmas" (always painted with sprigs of holly, ivy and mistletoe).
In Germany was "Weihnachtsmann" (the man of the home).
When the communists took power in Russia and rejected the Catholic Church also wanted to have their "Santa Claus" and called it "The Great Father of Heaven," but instead of the usual red dress dressed him in blue. 
For the Dutch was "Sinterklaas" that because of a bad decision by the Americans became "Santa Claus".
All these Christmas figures differed fundamentally because of the color of their clothes, those blue, some black, some red, but the only things they had in common were the long white beard and give them gifts. 
Santa Claus, as we know it, dates back to 1823, when Clement C. Moore wrote "A Visit from St. Nicholas" (A Visit from St. Nicholas) which describes him as a "chubby old elf and grassottelo."
The last and most important incarnation of Santa Claus you have from 1931 to 1966 when Haddon Sundblom drew the famous image of Santa Claus for Coca-Cola advertisement. This is the Santa Claus we know it, with his long white beard, his unmistakable red dress, the boots, the leather belt and a bag full of gifts inevitable.

Vedi anche:

Album da disegnare e colorare per bambini

Un album ludico pensato per i bambini per intrattenerli con intelligenza ed originalità. Cosa mi sono inventata questa volta? Più ...